La miglior difesa di sempre



Sentiamo spesso parlare di come giochi bene la squadra di coach Brad Stevens quando la palla è in mano agli avversari, un “process” cominciato cinque anni fa. Ciò che sta facendo ora l’ex allenatore di Butler non è neanche lontanamente paragonabile a ciò che fece coach Ron Auerbach nella sua esperienza in bianco verde: 16 stagioni e ben NOVE titoli; focalizziamoci però sulla loro difesa, probabilmente la migliore di sempre. “L’attacco ti fa vincere le partite, la difesa ti fa vincere le stagioni” calza a pennello con quelle stagioni.

Stagione 1963-1964, i Celtics sono reduci da sette finali consecutive, sei delle quali vinte, la loro rosa è formata da giocatori come Bill Russell (15ppg-24rpg), John Havlicek (20ppg), Sam Jones, Tom Sanders e tanti altri invincibili, e il fatto che vincano il titolo non stupisce più di tanto. Ciò che questa stagione lascerà ai posteri è il ricordo di una delle difese più impenetrabili di sempre. Bill Russell non lasciava ai propri avversari punti da seconda opportunità catturando (quasi) tutti i rimbalzi a sua disposizione, un giovanissimo Havlicek e K.C. Jones non lasciavano tiri facili agli esterni, Tom Heinsohn e Tom Sanders davano una mano in area al loro leader creando una macchina difensiva sostanzialmente perfetta.

I video a disposizione non sono molti, ma si può comunque notare una predisposizione per una difesa stretta sull’attaccante, giocando molto sugli aiuti. Notevole era anche l’abilità per le steels e le deflections che molte volte stroncavano gli attacchi avversari direttamente sul nascere, si intravede anche l’inizio di una mossa tattica che è in uso ancora adesso “hack’a’…” utilizzata soprattutto in finale contro Wilt Chamberlain, uno dei giocatori dominanti di sempre ma che aveva due debolezze, le donne e i liberi.

(Fonte foto:onpoint.legacy.wbur.org)

Proviamo ora a classificare la difesa dei Celtics, era ottima? Certo! Ma fino a che punto?

Vengono in nostro soccorso le (poche) statistiche a nostra disposizione. Subivano in media 105.1 punti a partita, tanti direte voi, e invece no, giocavano ad un pace di 125 (anche per bilanciare un attacco poco efficiente) contro una media di 113 della lega, che li porta ad un esilarante 83.8 DRTG (Defensive Rating=Punti subiti per 100 possessi), un dato completamente senza senso se si pensa che nessuna squadra altra squadra ha mai avuto un valore minore di 90. Il differenziale tra il loro DRTG e quello della lega è di -10.8, facendo un paragone con le migliori difese degli ultimi 20 anni che hanno conquistato un titolo SAS ’04 -8.8, GSW ’17 -4.8.

Certamente i Celtics del 1964 non durerebbero 10 partite nell’NBA di oggi con l’abuso del tiro da tre (all’epoca non esisteva ancora la linea dei tre punti), ma pensare che è esistita una squadra tanto dominante, nella sua epoca, in difesa ci fa capire quanto sia necessario non giocare solo da un lato del campo e apprezzare ancora meglio quella dinastia di UNDICI titoli in tredici anni.



Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*