Trae Young, sulle orme di Stephen Curry



Tutti hanno notato le somiglianze tra Trae Young e Stephen Curry, perciò sembra doveroso dover confrontare i due giocatori.

Trae Young prodotto degli Oklahoma Sooners sta viaggiando a medie pazzesche nel suo primo anno di NCAA. Per lui: 29 punti di media,10.6 assist, 47% dal campo, 40% da tre, 86% ai liberi. Per capirci, Curry al primo anno a Davidson aveva: 21 punti di media, 2.8 assist, 46% dal campo, 40% da tre, 85% ai liberi. Pazzesco come le statistiche siano pressochè identiche.

usa_today_10506563.0.jpg

(Fonte foto:www.sbnation.com)

Ma questo non è un caso, il giovane talento di 19 anni ha ammesso di ammirare da sempre Curry e di volerlo imitare alla perfezione nel modo di giocare e di muoversi sul parquet. Trae ci sta riuscendo benissimo, possiamo rivedere in lui la velocità del rilascio di Steph, la capacità di mettere triple da distanze elevate, il modo di distreggiarsi nel pitturato, la capacità di spaccare in due la partita con giocate e momenti di puro stradominio in qualsiasi momento della partita , e nella classe con cui disegnano il proprio basket.

Altra cosa che accomuna molto i due giocatori è come il loro modo di giocare e di muoversi in campo faccia innamorare, divertire e fermentare il pubblico, spesso sia quello di casa sia anche quello avversario, basta vedere le grandi differenze tra le partite di Golden State con Curry e quelle senza, non saranno mai la stessa cosa, sopratutto per la fantasia che porta il due volte MVP in campo, stessa cosa che fa il giovane Young.

Ormai è sotto l’occhio di tutti, è passato da non essere nemmeno nella lotteria nei Mock Draft di inizio anno ad essere addirittura in qualche Mock Draft pubblicato di recente messo alla terza scelta.

Non siamo gli unici ad essersi accorti dell’ incredibile potenziale di questo giocatore dato che lo stesso Stephen Curry ha parlato di lui dicendo:”E’ incredibile ed è incredibile la sicurezza con cui gioca”.

Ha disputato una partita da 26 punti e 22 assist, l’ ultimo ad esserci riuscito in NCAA è stato Sherman Douglas nel 1989 e ha già disputato 6 partite con almeno 25 punti e 10 assist.

TNMDSCHVCTHVCGE.20171126210041.JPG

(Fonte foto:soonersport.com)

Non è il primo giocatore di Oklahoma negli ultimi anni a seguire le orme di Curry dato che un altro giocatore molto spesso accostato al nome del pluricampione NBA è stato Buddy Hield, attuale guardia dei Sacramento Kings ma che non sta convincendo come all’ inizio si credeva e, che nonostante le sue grandi doti da tiratore , anche oltre i classici 6 metri e 75, non ricorda il numero 30 degli Warriors in nient’ altro, cosa molto diversa quello che sta dimostrando il numero 11 dei Sooners.

Sono sicuro che un giocatore come Trae Young, con quella visione di gioco potrebbe davvero spaccare le partite NBA, é presto per dirlo, ma quel binomio Assist+tiro da tre punti potrebbe essere letale per molte difese NBA, fino a renderlo una delle migliori PG della lega.

Speriamo che per Trae le cose vadano meglio, la benedizioni di Curry l’ ha avuta, di possibilità e talento ne possiede a dismisura, ora tocca solo a lui.



Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*