Il #12 più forte di sempre



Il numero 23 è un numero quasi sacro nella pallacanestro, poichè lo ha vestito Michael Jeffrey Jordan, a detta di molti, il più grande di sempre, e di sicuro la più grande icona cestistica di marketing di tutti i tempi.
Michael ha scelto il 23 poiché suo fratello indossava il 45 e lui sarebbe voluto diventare bravo almeno un po’ di più della metà del fratello, poiché 45 : 2 = 22.5, arrotondato per eccesso = 23.
Ma 23 : 2 = 11.5, arrotondato per eccesso = 12.
Molti penserete cosa c’entri il n.12 in questo ragionamento…
In effetti Jordan, sicuramente non seguendo questo calcolo, ma per purissima coincidenza (???), ha vestito il numero 12, anche se per una sola storica notte.
Stagione 1990-1991
I Bulls di MJ fanno visita ai Magic per giocare in quella che allora si chiamava Orlando Arena.
Prima della partita però la maglia n.23 non si trova.
Secondo alcuni potrebbe essere stata rubata da un tifoso dei Magic.
I Bulls, non sapendo come fare, provano a dare a Jordan una maglia n.23 di un tifoso individuato in tribuna, ma la maglia è troppo piccola.
Allora un membro dello staff dei Bulls dà a MJ una maglia senza nome con il n.12.
Jordan, evidentemente nervoso per lo scherzo scenderà in campo e segnerà 49 punti.
Nonostante tutto i Bulls perderanno per 135-129 e dopo la gara Jordan si rifiutò di firmare autografi evidentemente stizzato per lo scherzetto di pessimo gusto.
Nella intervista post partita ha dichiarato:
“Non mi era mai capitato. E’ stato irritante perchè ho determinate abitudini e non mi piace cambiarle”.
Questa sarà la prima e ultima volta che Jordan vestirà il n.12, ma non l’ultima volta in cui vestirà un numero diverso dal 23, poiché vestirà per un breve tratto anche il n.45, poiché il 23 era ritirato.
Come già detto il 45 era il numero del fratello, e forse, ma dico forse, il 23 è diventato un po’ di più della metà arrotondata per eccesso di 45.



Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*