Una prova da non ricordare



Avete presente quando vi ostinate come dei muli per provare a fare qualcosa di cui sapete di non esserne capaci?

Ecco questo è successo a Chris “Birdman” Andersen nella Slam Dunk Contest del 2005.

In quella gara a tutti gli spettatori nel palazzo di Denver è venuta in mente la frase “Ma le avrà provate le schiacciate? Starà improvvisando?”

Il birdman in quella dunk contest riuscì a sbagliare la bellezza di 32 schiacciate in una sola competizione cambiando schiacciata tentativo su tentativo, o almeno mantenendo l’idea, ma cercando di semplificarla sempre di più a tal punto da farla diventare una schiacciata quasi normale, o perlomeno non da gara di schiacciate NBA.

In quella competizione, che comunque verrà ricordata come una delle peggiori di sempre, anche ma non soprattutto per la gara di Andersen, non mancarono però anche le schiacciate ad alto livello, come quella dietro schiena di Jr Smith o l’alley oop di testa di Steve Nash concluso con un 360 da parte del compagno Amar’e Stoudemire.

Si può dire che comunque in questa competizione non sia mancata l’originalità, che però poco è stata premiata da parte di fama e giudici che hanno preferito incoronare campione un Josh Smith che ha voluto imotare una “semplice” windmill dell’Human highlight film Dominique Wilkins.



Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*